top of page

Igiene informatica: uso della posta elettronica

Per aumentare la sicurezza del proprio sistema informatico, una serie di buone pratiche sono raggruppate sotto il termine generico di igiene informatica. Di seguito elenchiamo alcune di queste buone pratiche. Per questo terzo articolo di una serie di cinque, ecco alcuni consigli per l'utilizzo della posta elettronica.



Email non riservate


Per impostazione predefinita, i messaggi inviati e ricevuti sono trasmessi in chiaro, quindi possono essere letti da qualsiasi intermediario. Evitare quindi di inviare informazioni riservate, come le password. Utilizzate preferibilmente un server di posta elettronica con sede in Svizzera.



Mittente falsificato


Un messaggio può essere facilmente falsificato, ad esempio dal mittente. Tenete sempre presente queste informazioni e aumentate il vostro livello di vigilanza quando vi trovate di fronte a una richiesta o a un tono insolito. Un ladro può fingersi un collega e ottenere informazioni riservate. Cliccate sull'indirizzo e-mail del mittente per verificare che il nome del dominio sia identico a quello ufficiale dell'azienda.


In caso di dubbio, contattate il mittente attraverso un altro canale (ad esempio, il telefono) per assicurarvi che sia stato lui o lei a inviarvi il messaggio.


Qualsiasi e-mail fraudolenta dovrebbe essere archiviata come posta indesiderata, per evitare di riceverne altre dallo stesso mittente. Non rispondete mai a un'e-mail fraudolenta e non cliccate sui pulsanti di annullamento dell'iscrizione, perché questo dimostra che il vostro indirizzo e-mail è attivo e può portare a ulteriori frodi.



Allegati


Un modo comune per introdurre malware è quello di inviarlo come allegato via e-mail. Non aprite quindi alcun allegato se non siete sicuri che sia innocuo e proveniente da un mittente autentico.



Link


Un link in un messaggio può condurre a siti dubbi ed essere mascherato da un link innocuo. Ad esempio, il link denominato www.apple.com potrebbe in realtà condurre a un altro sito. L'unico modo per verificarlo prima di utilizzarlo è passare con il mouse sopra il link per vedere la sua vera destinazione. Fate attenzione ai link che puntano a servizi di accorciamento dei link, come bit.ly o tinyURL, che nascondono la destinazione finale del link. Evitate di cliccare su link di cui non conoscete la vera destinazione.




Comments


Archives
bottom of page